Categorie Shop
Bibite J Gasco
Patatine Vintage
Snack 1001Birre
Patatine Burts
Bibite Paoletti
Arizona Tea
Ricerca avanzata
 
x Categoria: HOME > Bottiglie > Birrifici > Belgio > Van Steenberge
 

VAN STEENBERGE

Birra steenberge 1001Birre

La storia del birrificio Steenberge ha inizio nel 1784. In quegli anni molte birrerie delle fiandre autoproducevano le proprie birre, come Jean Baptise De Bruin con la sua birreria "De Peer" ad Ertvelde, aiutato dalla moglie Angelina Petronella Schelfaut. Il locale, dopo la loro morte, passa al cugino di lei Jozef Schelfaut, grande conoscitore dell'arte della birra. La figlia di quest'ultimo, Margriet, sposa Paul Van Steenberge, professore di microbiologia presso la scuola di birra di Ghent. Il suo apporto sarà determinante per lo sviluppo della birreria portandola ad essere un vero e proprio birrificio. Pur essendo un amante della politica (non a caso è sindaco di Ertvelde e poi senatore) è anche un vero e proprio uomo d'affari. Dopo aver ambiato il nome alla birreria in "Brewery Bios", investe in una nuova sala di produzione con nuovi serbatoi e passando dalle botti in legno alle bottiglie in vetro, collaborando poi con altri birrifici durante la prima guerra mondiale, in modo da riuscire a sopravvivere e scoprendo nuove forme di produzione. La vera passione per la birra, però, proviene tutta dalla moglie Margriet, ereditata dai suoi cari. Questo amore viene assorbito dal loro figlio Jozef Van Steenberge che nel 1962 assume la direzione del birrificio. Dopo una carriera politica come il padre, all'età di 64 anni decide di produrre birre speciali ad alta fermentazione, sfruttando al massimo le potenzialità del birrificio. Nel 1978 acquista una ricetta dei frati agostiniani nel monastero del Ghent (Augustijn), e nel 1982 vengono lanciate nel mercato due birre che ottengono subito un enorme successo: la Piraat e la Gulden Draak. Nel 1990 subentra al comando Paul Van Steenberge, figlio di Jozef, che ingrandisce ulteriormente il birrificio con una sala di produzione automatizzata, un impianto di riempimento computerizzato, un impianto di depurazione dell'acqua ed una macchina per l'imbottigliamento. Il boom di vendite però ci sarà soltanto nel nuovo millennio, quando il mercato internazionale tende a preferire le birre artigianali a quelle industriali ed inizia così anche l'esportazione all'estero (soprattutto Stati Uniti, Olanda e Italia) con un aumento della produzione del 60%, anche grazie alla lungimiranza del cugino di Paul Van Steenberge, Jef Versele, il quale diventa direttore dell'azienda nel 1998. Nel 2009 viene ampliata la produzione di birre artigianali con la Augustijn Dark, che sia aggiunge alla gamma delle ormai note Blonde e Grand Cru.

   

1 risultati trovati (50 per pagina - 1 in totale)

Ordina risultati per:

La Bière du Boucanier Blonde 33 Cl.

La Bière du Boucanier Blonde 33 Cl.

Birrificio:
Brouwerij Van Steenberge
Stile:
Belgian Strong Ale
Sapore:
Dolce
Grado Alcolico:
11,00%
  • Disponibilità: Disponibile
  • Prezzo: 

    € 5,20 Sconto 20%

    4,16 iva inclusa

1 risultati trovati (50 per pagina - 1 in totale)

Carrello

Il carrello è vuoto

Area riservata
Spedizioni
Spedizioni
Pagamenti
Sistema scontistica 1001Birre
Informativa Privacy
Condizioni di vendita e diritto di recesso
Sea System
Recensioni Clienti
Elenco completo »
pay
^