Questo sito usa i cookie per fornirti un'esperienza migliore. Cliccando su "Accetta" saranno attivate tutte le categorie di cookie. Per decidere quali accettare, cliccare invece su "Personalizza". Per maggiori informazioni è possibile consultare la pagina Informativa Privacy.

PersonalizzaAccetta
CHIUDI
  • Chiudi
  • IT
  • € - EUR

Birre IPA, un Viaggio tra Gusto, Storia e Tipologie

Pubblicato il 23.11.2023

Birre IPA, un Viaggio tra Gusto, Storia e Tipologie

Se sei un appassionato di birra o un neofita curioso, è probabile che tu abbia già sentito parlare delle India Pale Ale, meglio conosciute come Birre IPA.

Questa varietà di birra, nata in epoche lontane, ha conquistato il palato di numerosi bevitori grazie alle sue caratteristiche uniche e alla sua storia intrigante.


In questo articolo, ci immergeremo nel mondo affascinante delle IPA, esaminando le loro origini storiche, esplorando le diverse tipologie e svelando le caratteristiche distintive che le rendono così amate dai cultori della birra artigianale.

Preparati per un viaggio sensoriale attraverso il gusto audace, l'aroma aromatico e l'eredità che circonda le Birre IPA.


Cosa vuol dire la birra IPA?

L'acronimo "IPA" trova la sua radice nella denominazione estesa "India Pale Ale", che rappresenta uno degli stili birrari appartenenti alla famiglia delle Ale. Questo termine, da pronunciare correttamente all'inglese come ai-pi-ei, si compone di tre parole, ognuna delle quali rivela un aspetto significativo della birra.



"Ale" indica la sua appartenenza alla categoria delle birre ad alta fermentazione, una tradizione ben radicata nei birrifici britannici.

"Pale", traducibile letteralmente come "pallido", fa riferimento al colore tendenzialmente ambrato che contraddistingueva le prime Pale Ale del XVIII secolo, un cambiamento innovativo rispetto alle birre scure predominanti all'epoca.


L'aspetto più affascinante di questa denominazione, tuttavia, è l'inserimento di "India" nel nome.
Questo rinvia a una pagina storica intrigante: durante l'epoca coloniale, le IPA venivano preparate con una particolare attenzione alla conservazione, con l'obiettivo di affrontare la travagliata traversata verso l'India.

La ricca tradizione delle IPA è ancora oggi celebrata da numerosi birrifici artigianali, che continuano a esplorare e reinterpretare questo stile, offrendo ai bevitori un'esperienza gustativa unica.


Chi produce la birra IPA?

La produzione della birra IPA è estremamente diffusa e coinvolge birrifici in tutto il mondo. Originariamente associata al Regno Unito, la tradizione delle India Pale Ale si è estesa globalmente grazie alla crescente popolarità del movimento della birra artigianale.


Negli Stati Uniti, ad esempio, molte birrerie artigianali hanno abbracciato lo stile IPA con entusiasmo, dando vita a una vasta gamma di interpretazioni, come le American IPA, le Double IPA (DIPA) e le New England IPA (NEIPA). Queste birre spesso presentano profili aromatici e luppolati più audaci rispetto alle IPA tradizionali britanniche.

In Europa, molti paesi hanno sviluppato la propria interpretazione delle IPA, contribuendo a una ricca varietà di stili e sapori. Anche l'Australia e la Nuova Zelanda hanno visto una crescita significativa nella produzione di birre IPA, con birrifici locali che sperimentano con ingredienti unici e tecniche innovative.



Quanti gradi ha la IPA?

La birra IPA si caratterizza per una vasta gamma di stili, ognuno con le proprie peculiarità, compreso il contenuto alcolico. Per la tradizionale English IPA, la ricetta standard produce birre asciutte e secche, fruttate e dorate, con un contenuto alcolico che oscilla tra il 4,5 e il 7,1%. Le American IPA, più luppolate, amare, e forti, presentano un tasso alcolico che varia dallo 6,3 al 7,6%. Le Double IPA o Imperial IPA, oltre ad aumentare la gradazione alcolica (tra il 7,6 e il 10,6%), mantengono un grado di amarezza stabile, spesso esaltando sentori fruttati.

Le Session IPA, caratterizzate da un basso apporto alcolico, si collocano tra il 3,7 e il 5%. In generale, la birra IPA ha un tenore alcolico che va dal 5% all'8%, ma vi sono eccezioni, come le Triple IPA, che possono superare questa soglia.

La luppolatura intensa e il solitamente più elevato grado alcolico rendono la IPA una scelta apprezzata da chi ricerca sapori decisi. Servirla a una temperatura di circa 7-10°C e accostarla a piatti dal gusto intenso, come carni rosse o formaggi stagionati, permette di apprezzarne al meglio le caratteristiche uniche.


La varietà della IPA è in costante espansione, con birrifici che continuano a sorprendere con interessanti sperimentazioni, offrendo agli amanti della birra un viaggio sempre avvincente nel mondo delle India Pale Ale.


Che gusto hanno le Birre IPA? Esploriamo le varie tipologie

Le Birre IPA, con il loro progresso e diffusione, hanno dato vita a diverse sottocategorie, ciascuna con caratteristiche uniche che soddisfano i gusti più vari. Alcune di queste sottocategorie hanno guadagnato particolare notorietà e apprezzamento comune:


  1. IPA Imperial o Double IPA: Caratterizzata da una quantità di luppolo e alcol significativamente più elevata rispetto a una IPA standard, la Double IPA offre un gusto deciso e intenso. La maggiore concentrazione di luppoli e alcol conferisce a questa birra una complessità aromatica e un profilo di gusto audace.
  2. American IPA: Con un gusto decisamente intenso e più forte grazie all'uso tipico dei luppoli americani, le American IPA presentano una gradazione alcolica che varia dai 6° ai 7°. Queste birre offrono un'esperienza luppolata e aromatica distintiva, tipica dello stile americano.
  3. Session IPA: Caratterizzata da una gradazione alcolica inferiore, la Session IPA è perfetta per essere gustata fredda durante le calde giornate estive. La luppolatura è medio-intensa, e il gusto si presenta piuttosto fruttato. Il colore dorato contribuisce alla sua freschezza e leggerezza.
  4. IPA Black: Contraddistinta dal suo colore scuro, la IPA Black si differenzia notevolmente dalle altre tipologie. Prodotta con malti scuri, questa birra offre un sapore intenso che ricorda addirittura la tostatura del caffè, creando un profilo gustativo unico nel suo genere.


E a te, piace il gusto "particolare" della birra IPA o sei più tradizionalista? Raccontacelo nei commenti.
$$AJAX$$

metodi di pagamento


Cosa dicono di noi!


logo 1001birre

1001Birre ha ottenuto il certificato SonoSicuro da AICEL - Associazione Italiana Commercio Elettronico


1001birre.it


1001birre.it di BL Italia s.r.l. | Sede Legale: Via Salvatore Rebecchini, 5 / Magazzino: Via Salvatore Rebecchini, 17 - 00148 RM / P.Iva: 11363481000
PointInformativa Privacy
Ready Pro ecommerce